Storia della Produzione Cinematografica

Filming Set

 

Munich Filming in Malta

 

Helen

Produttori internazionali giuncono a Malta, Gozo e Comino da più di 50 anni; le origini storiche della popolarità dell'arcipelago nel settore cinematografico è riconducibile sostanzialmente ad un elemento: l'acqua.

Nel 1963, Jim Hole, britannico esperto di effetti speciali, e Paul Avellino, giovane costruttore Maltese, misero a punto un piano per aiutare i registi a girare in modo sicuro sull'acqua. Di conseguenza, a Rinella, sulla costa orientale di Malta, costruirono un'apposita struttura, ovvero un serbatoio di acque poco profonde, 300 metri di larghezza e immune dalle maree e dalle intemperie. Il serbatoio si fonde perfettamente con una base chiara, in modo da dare l'illusione che si estende per Km verso il mare.
Il serbatoio è stato utilizzato per la trama del film Stato dall'allarme ambientato durante il periodo della guerra fredda nel 1964, ancora per serie televisive, spot pubblicitari e video musicali con set e scene che richiedevano l'acqua. A partire dal 1978 il sito si chiama Mediterraneo Film Studios.

Ma i produttori e registi ben presto notarono gli ulteriori plus che poteva offrire l'arciplago maltese; in particolare il clima eccezionale e la vicinanza alle principali città europee, sede di molte società cinematografiche e studi cinematografici. Di eccezionale rilevanza il paesaggio naturale del luogo come le scogliere, le insenature costiere e varie architetturae delle isole che offrono luoghi incontaminati, perfetti per trame storiche come Il Gladiatore e Troy o drammi d'epoca come Cutthroat Island e Il Conte di Monte Cristo.

Successivamente in linea con l'aumento dell'interesse da parte di produttori internazionali, è stata istituita la Malta Film Commission nel 1999 per incoraggiare e promuovere un maggiore utilizzo delle isole come set cinematografico.